mulino-2018

Nel paese di Corzoneso c’è una grossa novità…
Il 17 agosto è stato dato avvio alla ricostruzione dell’antico mulino del paese. In una prima fase è prevista la ricostruzione fedele dello stabile del mulino, con il relativo meccanismo interno per il funzionamento a motore. La seconda fase prevede la costruzione e sistemazione del canale d’adduzione, con ruota motrice per funzionamento ad acqua. Voluto e promosso dalla nostra associazione, il recupero dell’edificio è di primaria importanza per poter poi proseguire con altri obiettivi prefissati, come ad esempio il rifacimento del lavatorio comunale. Sono pure iniziati i lavori di ripristino di un sentiero denso di storia locale. Questo progetto, chiamato “4 pass visín a r’acqua”, ben si sposa con quello del mulino. Il sentiero didattico sarà incentrato sull’acqua, fonte principale di vita quotidiana, sulla microcentrale elettrica comunale e su altri aspetti e cenni storici narranti la vita contadina di un tempo. I progetti sono stati curati dall’architetto Thomas Meyer per il mulino e dall’ingegnere Fabrizio Conceprio per il sentiero tematico. I progetti sono sostenuti dai tre comuni della valle di Blenio, dall’Ente regionale per lo sviluppo Bellinzonese e Valli, dal Comune di Uetikon (ZH) per il tramite dell’Associazione dei Comuni della Valle di Blenio (ASCOBLE) nonché da tutti i soci e simpatizzanti dell’associazione “Ul Murín da Curzönas”. Infine, è grazie al prezioso contributo che daranno gli apprendisti muratori del Centro di formazione professionale della Società svizzera impresari costruttori di Gordola e degli apprendisti della ditta AGIE di Losone (per quel che concerne il motore elettrico) che …il sogno di dare al mulino di Corzoneso una seconda vita diventerà realtà.

 

 

 

SEGUICI SU FACEBOOK